#Room35, l’unica stanza dove la musica è live’n’social.

Quante volte avete sognato d’incontrare e poter interagire con il vostro artista preferito in un’atmosfera più intima e meno frenetica delle sale da concerto? E quante altre volte ancora, per mancanza di tempo o possibilità, avreste voluto ugualmente assistere ad un concerto magari seduti comodamente sul divano di casa?

#Room35 può fare al caso vostro. Un progetto prodotto da XXXV – startup innovativa impegnata in produzioni crossmediali – in stretta collaborazione con SentireAscoltare.

Ma cos’è #Room35?

È condivisione. Valorizzare contenuti culturali alternativi è la mission, offrendo una duplice dimensione sensoriale: Live, con 35 spettatori selezionati che parteciperanno fisicamente alla trasmissione, e Social, con la possibilità d’assistere al concerto attraverso i canali streaming messi a disposizione dai social network ed interagendo in tempo reale.

È sempre di domenica. Ogni domenica pomeriggio, a partire dal 12 Febbraio, un appuntamento trasversale con la musica alternativa nostrana e non solo. Un contenitore visionario con il vizio della proposta e dell’approfondimento.

È Radici & Infosfera. Gli spazi di Studio XXXV Live di Via Guerritore 35 di Cava de’Tirreni (SA) accoglieranno i 35 che potranno partecipare al concerto inviando una mail all’indirizzo booking@xxxv.it. Allo stesso tempo abbracceranno anche tutti gli spettatori che seguiranno la diretta streaming dalla pagina facebook di SentireAscoltare e che avranno così modo d’accedere virtualmente ai contenuti del backstage, concerto ed intervista all’ospite.

È effetti speciali. Il format è concepito come un programma ibrido Tv/Web con un conduttore, scenografie, luci, regia mobile con multi camere in Full HD, mixer analogico e digitale, outboards, microfoni professionali e backline completa.

È confronto. I collaboratori di SentireAscoltare, Gianluca Lambiase e Carmine Vitale, s’infiltreranno tra le pieghe del progetto, curando le interviste e gli approfondimenti sugli ospiti della serata. Il pubblico in sala e voi da casa rappresenterete una possibilità ulteriore di confronto.