Transetnicità e world beat contagiati da un’elettronica acida che manipola la tradizione africana di Baba Sissoko e la trasla in una miscela di sonorità spurie scosse da ritmi technotribalizzati. DjeliBIT, corpo sonoro delle due anime sperimentali che lo compongono, è l’ultimo lavoro del polistrumentista griot maliano – già noto per aver contaminato il jazz con la musica nera – che si è avvalso della collaborazione di Nicodemo, produttore discografico attivo da anni nel campo della ricerca musicale e del featuring delle Lilies on Mars, duo femminile che si muove fra alt techno e shoegaze.

Tra il ramo etnico di Baba Sissoko (Djeli) e l’unità di misura della modernità (Bit) trovano posto anche le rivoluzionarie declamazioni del poeta del Bronx Jack Hirschman (Djallo Djallo) e la tromba soul di Gabriele Stotuti (Djuku Malolà e Wori Ko).
In 9 tracce dalla fisionomia pulsante e vocalmente melodica, DjeliBIT lancia spore di suoni metropolitani sul virtuosismo eclettico dell’afro-beat di Sissoko, in un connubio artistico esaltato dagli arrangiamenti di Nicodemo e dall’impalpabilità dei synth modulari e dei vocalizzi delle Lilies On Mars.

cvr_djelibit

Work in progress…